Måne Knit Designs: moda sostenibile ed etica cruelty free

celestepriore
Page Visited: 229
Tempo di lettura:3 Minuti, 35 Secondi

Qui è Lisa Rossetti a rispondere alle mie domande. Lei è la founder di Måne Knit Designs e ci racconta di quando è nata la sua passione.

“Ero bambina, i miei genitori avevano un’azienda d’abbigliamento per bambini e ragazzi, quindi sono cresciuta in mezzo a tessuti e agli artisti della moda.”

Bellissima la definizione che Lisa utilizza per descrivere chi lavora in un’azienda di moda sostenibile e cruelty free. Per lei sono artisti, non semplici operai. La loro conoscenza è ciò che affascina la mente di una giovane intraprendente, che nel tempo dedica sempre maggiore attenzione alla moda femminile.

Prima di avventurarsi nel progetto Måne Knit Designs lavora per molti anni come fashion designer e coordinator. L’inizio è stato caratterizzato da un’evoluzione continua. La costruzione dell’identità, la scelta del nome e del logo hanno richiesto tempo.

“Måne è la Luna, per la quale ho sempre sentito una fortissima attrazione.”

Ecco da dove ha origine il nome che ha dato avvio a tutto lo studio concettuale. Il termine Måne in svedese, significa Luna, che Lisa definisce essere la sua migliore amica. Sin dall’età adolescenziale ha scelto di vivere in Svezia, per avvicinarsi alla Luna.

Il logo è l’evoluzione di un tatuaggio, che Lisa “indossa” sulle sue dita e rappresenta proprio la Luna e le Stelle, come quasi a sintetizzare il rapporto con la famiglia e delle sue radici.

Moda sostenibile ed etica: quali sono gli aspetti estetici che contraddistinguono le linee di questo progetto?

Ci troviamo di fronte a una base oversize, per le linee invernali, che rendono un capo indossabile in modi differenti a seconda dell’occasione e della body shape. La versatilità di queste linee rende i prodotti utilizzabili a lungo, senza dover subire le tendenze effimere del momento.

I capi sono rigorosamente realizzati a mano con tecniche antiche, che prevedono l’utilizzo dei ferri da maglia o all’uncinetto. Grazie a questo modo di lavorare i prodotti Måne Knit Designs sono sempre unici, mai esattamente identici.

I filati utilizzati provengono da una cultura etica, sostenibile e cruelty free. Questo è un fattore importantissimo per Lisa, che ripone tutta la sua attenzione sull’impatto che i suoi capi possono avere sul mondo che ci circonda.

Moda sostenibile e cruelty free: prima di tutto cultura etica

Una volta scelti i filati è il moodboard a raccontare la dimensione, la “fluffosità” e la morbidezza di ogni capo. La ricerca di tendenze viene ispirata dagli artisti che meglio riescono a catturare l’attenzione di Lisa e che rappresentano meglio la sua relazione con la Luna.

Non è solo la Luna la protagonista di queste creazioni, ma anche altri elementi naturali.

“La collezione dello scorso inverno è stata ispirata dalla foto di un cavallo nero, coi simboli indiani disegnati e da una canzone accostata.”

Basta uno stimolo esterno durante una passeggiata per iniziare il racconto di una nuova collezione. Basta un fiore, una persona, un animale e la collezione inizia a prefigurarsi.

Lisa non realizza mai i suoi figurini, li ritiene superati, solo quando un capo è estremamente complicato passa alla realizzazione di un disegno in piano. Ma dal disegno alla realizzazione del capo la differenza potrebbe essere abissale, proprio perché la lavorazione viene eseguita a mano.

“Un capo può subire infinite variazioni, ho una libertà creativa totale e non voglio essere bloccata da un figurino.”

Maglioni ecosostenibili e rapporto moda e ambiente

Il processo produttivo viene realizzato solo attraverso il “made to order”, in questo modo si riduce al massimo l’impatto ambientale e gli sprechi. La totale realizzazione a mano e questo modello produttivo, permettono una maggiore personalizzazione dei capi in base alle esigenze dei clienti.

Questo modello produttivo è strettamente connesso al modello della distribuzione diretta. Måne Knit Designs vende direttamente al consumatore finale, sono poche le occasioni in cui è possibile trovare queste produzioni in alcuni punti vendita, in questo caso la scelta della location è sottoposta prima all’approvazione di Lisa, che ne percepisce la compatibilità con la mission e la politica aziendale.

Lisa, con questa intervista è riuscita a trasmettermi tutta la delicatezza di un rapporto produttore-cliente intimamente sofisticato. Maglieria di elevata qualità a basso impatto ambientale, sono i cardini di una profonda attenzione per i suoi clienti-persona e non clienti-numeri.

Celeste Priore

Iscrivendoti alla nostra newsletter accetti la Privacy Policy

Next Post

Kamani, brand italiano di bijoux di design

Alex e Adriana fondano nel 2005 a Parma l’azienda AlexArte, della quale vi ho parlato qualche giorno fa. Durante quell’intervista avevo accennato a kAmAni, brand nato nel 2018, rivolto a un target diverso da Alexarte, ma frutto della stessa ricerca costante nell’innovazione del design e dei fashion trend del momento. […]
Bijoux: kAmAni perché AmA?