TAE Collection – Sportswear – intervista a Ruggero Giavini

celestepriore
abbigliamento sportiv sostenibile tae collection

Ho avuto la possibilità di conoscere la mente di Ruggero leggendo alcuni dei suoi post pubblicati su un gruppo Facebook, una bella community, nella quale il tema della sostenibilità è il focus principale. Rimango affascinata quando leggo i suoi post perché è lì che trapela la sua grande esperienza.

Tra un post e l’altro ha iniziato a mostrare quello che presto sarebbe diventato il suo progetto… eccolo qui e sono fiera di intervistarlo. Insomma, non ho voluto perdere l’occasione di conoscere i retroscena di questo nuovo brand di abbigliamento sportivo sostenibile.

… bozzetti infiniti riempiono le nostre scrivanie e i nostri uffici

Un brand di abbigliamento sportivo sostenibile: come e quando è nato?

TAE” nasce poco prima dell’inizio della pandemia (e come tale ne ha risentito nel momento del suo lancio ufficiale), durante uno dei nostri tanti viaggi alla ricerca di nuove materie prime.

Fermi in un aeroporto, bloccati dai voli che venivano cancellati. Nella sua nascita c’è molto dei nostri sogni e delle nostre sofferenze.

Le diverse culture hanno sempre ispirato la quasi totalità delle nostre creazioni, e così è stato anche per questo brand. Il desiderio di creare un nuovo concetto “umanistico” di fashion: riportando l’essere umano, i suoi bisogni e il suo benessere, al centro dell’universo.

Insomma l’essere umano di TAE è in simbiosi con l’ambiente, per diventare un connettore dell’aere e della terra, fulcro di energie Yin e Yang e di emozioni che dominano lo stato d’animo.

“Tae” (“TAE” in lingua maori) vuole essere dunque il ritorno all’essenza della normalità, contro l’invasione di una moda codificata e troppo “fast”, e poco “respectful”, per ritornare ad avvicinarsi alla natura, rispettandola.

Gli ultimi mesi passati in situazioni drammatiche per tutti noi, ci hanno ulteriormente spinto a pensare ai colori e alle forme come espressione di libertà.

Non troviamo toni spenti, ma quasi avvincenti, che permeano la mente di energia, accarezzano la pelle con freschezza e immergono il corpo in una armonica cromia naturale.

Le scelte cromatiche non si basano solo su quelle che saranno le tendenze future della moda, ma cercano sempre di sposarsi alla materia prima selezionata (assorbimento dei colori, opacità delle fibre, ecc.): lo stile e il design collaborano con la tecnicità.

La nostra filosofia è quella di riscoprire le nostre identità emozionali e trasmetterle attraverso il colore.

Il colore è il risultato di una simbiosi e la materia prima è determinante nella creazione profetica dello stile, che nelle linee ritrova le sensazioni di forza e libertà, che un essere umano può sperimentare nel suo tentativo di convivenza con l’universo.

Gli aspetti estetici delle nostre collezioni, sono e saranno ispirate dal rapporto tra uomo e natura: un rapporto imprescindibile e una coesistenza indispensabile.

Le linee abbracciano ogni muscolo, che è sostenuto da una struttura a compressione alternata e graduata, nel rispetto del libero e fluido movimento, rappresentato nelle forme geometriche, costruite nel susseguirsi dei vari intrecci.

E dal punto di vista tecnico?

Per quanto riguarda le materie prime, abbiamo introdotto una nuova tecnologia di stampa dei filati a risparmio d’acqua e risparmio energetico (elemento fondamentale dal punto di vista ecosostenibile).

Invece per la realizzazione dell’abbigliamento, seguiamo un procedimento di “cross fertilization” tra tessile e fisiologia dello sport. Questo ci consente di valutare la tessitura con mesh, per la migliore traspirabilità, diminuire la frizione pelle-tessuto e zone di compressione.

La struttura è fondamentale nell’abbigliamento sportivo, per svariati motivi, tra i quali la traspirazione e il sostegno. La traspirabilità dei tessuti deve acconsentire, non solo di evitare l’accumulo di sudore, ma anche di preservare i tessuti stessi. Il sostegno diventa motivo di scelta quando si vuole ottenere il massimo della comodità in movimento.

E’ sorprendente scoprire ciò che naturalmente abbiamo a disposizione e il livello tecnico che la natura quotidianamente ci offre e ci ha sempre offerto.

Gli aspetti fisiologici vengono curati nei minimi dettagli grazie alla combinazione di più materie prime, con caratteristiche affini, ma che si potenziano, e grazie a speciali tecniche produttive dei tessuti, dove si inseriscono zone di compressione e/o traspirabilità graduate.

… tutto questo avviene mentre un processo produttivo “All In” gioca la sua spavalda partita di Poker contro i competitor.

Uno degli elementi distintivi del nostro brand è la produzione “all in”: dal filato al capo finito. Tutto il processo produttivo viene gestito direttamente in azienda: dalla lavorazione e tintura o stampa dei filati, alla realizzazione dei tessuti e del capo finito.

Il vantaggio di conoscere l’intera filiera produttiva (dalla materia prima al capo finito) permette di trattare i materiali con le tecnologie più giuste, una tale delicatezza sembra quasi di donare una vita filosofica e un’anima a ogni capo, che senza dubbio saprà meglio rispondere alle esigenze del consumatore.

Nulla di più sostenibile…

Etica sociale e sostenibilità ambientale, sono sicuramente importanti linee guida del processo creativo e produttivo, dove la riscoperta delle materie prime naturali non contaminate diventa il primo importante atto di benevolenza verso l’universo e l’uomo.

Il lancio di “TAE” è stato molto recente e stiamo entrando nel mondo della comunicazione come un extraterrestre che visita il nostro pianeta per la prima volta: sicuramente ne rimarrebbe affascinato, ma non vuole ritrovarsi fagocitato.

Per noi è fondamentale poter esprimere la vera anima di ogni singolo centimetro che produciamo. Il fashion è bellezza e come tale deve potersi esprimere e urlare al mondo i suoi “sentimenti”.

Il brand ha preso vita all’interno di un’azienda che da diversi anni sviluppa e produce filati utilizzando materie prime diverse. L’orientamento è sempre verso materiali sostenibili, sia da un punto di vista ecologico che sociale.

La fase di Ricerca & Sviluppo è sempre uno dei pilastri delle nostre collezioni, utile per rivalutare le proprietà dei filati con particolare riferimento ai “concepts” di comfort e benessere (gestione dell’umidità, proprietà naturali anti batteriche e anti infiammatorie).

Sicuramente sono tanti i progetti per il futuro, alcuni vogliono riscoprire il contatto con la natura, altri la sapienza del mondo tessile, Ruggero ci terrà aggiornati sui prossimi sviluppi e conclude:

Il brand è sempre aperto a nuove forme di collaborazione: abbiamo già intrapreso un percorso molto edificante con una Università tessile all’estero che ci ha riportato a vivere il mondo dell’istruzione e della divulgazione, che per noi è un altro elemento di fondamentale importanza: l’arte tessile, non come segreto assoluto, ma come forma di comunicazione tra culture.

Dunque non resta che osservare con curiosità il percorso che seguirà questo nuovo interessante brand di abbigliamento sportivo sostenibile. I prodotti sono visibili sia sul sito taecollection.shop sia sull’app Ecofashion

Celeste Priore

Next Post

Che cos’è la moda sostenibile?

Negli ultimi anni la moda sostenibile sta diventando una realtà sempre più concreta poiché oggi si ha maggiore consapevolezza dell’inquinamento derivante dalla filiera dell’abbigliamento e della necessità di cambiare. La moda sostenibile ha come fine la tutela dell’ambiente, dell’uomo e del mondo animale e cerca concretamente di muoversi in questo […]
Che cos’è la moda sostenibile
Copyright All right reserved With Moda Genetica