Blog moda: i migliori blog di moda italiani

Redazione

Quello che fino a non molti anni fa si presentava come un modo inadatto di concepire il mondo del lavoro, oggi è una fonte di reddito interessante quello del fashion blog.

Con l’avvento di Internet si è creato uno spazio d’azione ancora più ampio di quanto si era abituati prima, dando la possibilità a nuovi mestieri e a nuove figure professionali di emergere. A cambiare notevolmente le carte in tavola, tuttavia, sono stati gli ultimi cinque anni, caratterizzati da un aumento esponenziale della presenza sul Web di navigatori, quel fenomeno che va sotto il nome di iperconnettività, e dalla capacità dei creatori e proponitori di contenuti digitali di dotarsi di un seguito di followers, pronti più o meno consciamente a seguire tutti i consigli dei loro idoli on-line.

Alla luce di questi aspetti si comprende così molto bene come anche la moda sia stata coinvolta; diverse ragazze e ragazzi in tutto in mondo hanno aperto il proprio blog, sul quale pubblicano le loro foto coi loro vestiti all’ultimo grido, creando tendenze e flussi d’acquisto che prima dell’avvento del digitale era impensabile.

I blog sulla moda richiedono sacrificio e impegno per funzionare e fruttare economicamente. Entriamo meglio nel merito della questione, cercando di capire quali sono i principali blog di moda in Italia.

I migliori blog di moda italiani: quali sono?

Partiamo proprio dall’elencare quelli che possono essere considerati i migliori blog di moda italiani.

  • Moda Genetica. Questo blog moda è forse il più famoso al giorno d’oggi. Si tratta di uno tra i blog più completi, in quanto contiene informazioni utili per diverse categorie sociali. È il punto di riferimento, infatti, tanto per appassionati e studenti modaioli, quanto per startupper e imprenditori in generale. Non è quindi solo un posto dove attingere informazioni sui trend, ma rappresenta un vero e proprio blog di stile che oltre alla moda (in modo particolare dei giovani brand), si occupa di cultura, innovazione e artigianato, dimostrando come essere fashion possa combinarsi tranquillamente con l’etica di un blog moda sostenibile, attento alle questioni dell’ambiente e contrario agli sprechi.
  • Lookiero. Questo blog di moda e tendenze è una chicca tutta italiana. Ha una modalità funzionamento tutta peculiare, nel senso che dopo la registrazione dell’utente, un personal shopper competente e preparato gli invierà 5 capi d’abbigliamento scelti sulla base delle informazioni inserite, cercando ovviamente di soddisfare i suoi gusti al meglio. Il destinatario, dal canto suo, terrà solo gli abiti che gli piacciono e pagherà soltanto quelli, mentre i capi scartati li rispedirà indietro.
  • Moda e Abbigliamento: blog.modaeabbigliamento.it. Scegliendo questo blog di moda farai sicuramente la scelta giusta. In esso potrai trovare consigli e suggerimenti su tutti gli accessori, dalle scarpe alle borse, ma anche sui vestiti in generale; è un blog particolarmente chic perché non mancano articoli su stilisti e sfilate, nonché su eventi di moda sparsi per tutto il mondo.
  • 50 Sfumature di Outfit: https://www.50sfumaturedioutfit.com/. Gestito e curato da Francesca Colombo, questo blog fashion è il portale ideale per chiunque sia alla ricerca di outfit incredibili da indossare per le occasioni più importanti. Non mancano consigli riguardanti le ultime tendenze, soprattutto se si vuole fare un regalo trendy che non passerà inosservato.
  • Blog di Moda: https://www.blogdimoda.com/. Un blog completo e articolato, dove si può trovare una varietà e completezza di informazioni da fare invidia a un settimanale a stampa. È composto da numerosi articoli che spaziano da temi più incentrati sulla moda in generale, ad altri inerenti alla promozione e anticipazione delle novità future. Leggendo questo blog si sarà certamente a conoscenza di tutto quello che sta succedendo nel mondo, soprattutto perché svela brand, testimonial e collezioni in modo inedito.
  • Anna Venere. Moda per Principianti: https://modaperprincipianti.com/. Blog alla moda ricco di spunti interessanti, sarà capace di indirizzarti verso gli acquisti migliori per te e per il tuo corpo. Durante la navigazione, infatti, un esperto ti aiuterà nella scelta dei tuoi abiti nuovi, ponendo la massima attenzione alla tua taglia, trovando il modo di valorizzare il tuo corpo grazie a colori e forme.
  • Fashion Snobber: https://www.fashionsnobber.com/. Su questo sito, blog e moda si fondono insieme dando vita a un prodotto sensazionale e per tutti i gusti. Non troverai infatti solo consigli sulle ultime mode e gli ultimi stili, ma anche sul mondo del lifestyle, così da poter decorare anche la tua tavola e la tua casa con gli oggetti e i colori che sono più in tendenza. Offre peraltro servizi di web writing unici nel loro genere.
  • Blog di Moda Essenziale: https://modaessenziale.com/. Un altro blog estremamente valido e cliccato per le dritte che offre. Non ha molto pretese, forse per questo è così apprezzato: il suo intento è semplicemente quello di dare dei consigli base su come creare degli outfit sempre belli e alla moda, abbinando accessori e colori nel modo migliore, che sappiano valorizzare sempre al meglio le diverse forme di ciascuno.
  • Modapp: https://www.modapp.it/. Blog incentrato in modo specifico sulle ultime tendenze di alta moda. I contenuti che propone approfondiscono la storia di grandi e importanti brand, di personaggi famosi che li hanno indossati e altre curiosità simili; ci sono però anche degli articoli che propongono e consigliano capi e accessori che non possono assolutamente mancare nell’armadio di chiunque voglia essere sempre un passo avanti.
  • Irene’s Closet blog: https://www.ireneccloset.com/. Questo blog si discosta leggermente da tutti gli altri presentati finora. Oltre a raccontare di moda, dando consigli e suggerimenti utili, molti dei contenuti che propone hanno a che fare con il mondo dei viaggi. Andare alla scoperta di posti nuovi è un must che tutti dovrebbero concedersi almeno una volta nella vita, raccontando luoghi e sensazioni su un diario di viaggio, che possa anche fungere da catalogo per prendere spunti di stile e moda.

Chi è la fashion blogger più famosa del mondo?

Ma dopo aver parlato così a lungo dei blog più famosi in Italia, sorge spontanea una domanda: chi è attualmente la fashion blogger più famosa?
La risposta è abbastanza ovvia, perché si tratta della nostra Chiara Ferragni. La forza di questa donna è esemplare perché in non molti anni è riuscita a costruire un vero e proprio impero (possiede un’azienda che dà lavoro a una decida di persone) e che, piaccia o no, ha cambiato il modo di tutti di intendere il rapporto tra moda e Web.

Come fare un blog di moda?

Arrivati a questo punto, prima di concludere cerchiamo di dare qualche indicazione e suggerimento su come aprire un blog. In verità, il procedimento da seguire è molto semplice e per nulla elaborato; non è necessario insomma essere degli informatici o degli esperti di computer per poter dar avvio al proprio sogno fashion tutto digitale.

Per prima cosa, bisogna avere ben chiaro nella propria testa cosa si vuole andare a creare e proporre. Una value proposition, come viene chiamata in gergo tecnico, è fondamentale perché l’idea funzioni e dia i suoi frutti. Una volta chiarito questo elemento principale, si può procedere da un punto di vista più operativo.

Si sceglierà così il nome da dare al proprio blog di moda, un nome che deve essere unico e imprimersi nella memoria, e si acquisterà un dominio Web. A questo punto, non resta altro che scegliere il blog builder che meglio permette di mettere in piedi da un punto di vista grafico il proprio portale (WordPress è quello che va per la maggiore), e infine imparare il linguaggio di Google per inserire i contenuti specifici e farli risaltare sul motore di ricerca. (Approfondisci qui per consulenza blog aziendali).

L’evoluzione è in atto. Le fashion blogger, prima relegate in basso nella classifica del dilettantismo dai media tradizionali, oggi siedono in prima fila nel grande teatro mondano della moda. 

Tuttavia, se siete arrivate tardi, può risultare difficile comprendere in che modo creare un blog di moda che riesca a distinguersi dagli altri e che faccia della crescita continua e dell’autenticità il suo credo. 

È facile dire “voglio aprire un blog di moda”. Per farlo, però, bisogna possedere del talento, avere molta pazienza e tanto duro lavoro. 

Bisogna pensare non soltanto all’attività quotidiana che vi terrà impegnate, ma anche riflettere sul tipo di infrastruttura da usare e prendere alcune importanti decisioni. 

Se volete sapere come aprire un blog di moda su misura al vostro stile e in cui non mancano consigli personali, ecco alcuni consigli che possono tornarvi utili. 

Innanzitutto, per aprire un fashion blog, dovete concentrarvi su un obiettivo. Nonostante i vostri outfit rasentano la perfezione e il vostro catalogo è pieno di articoli sorprendenti, se vi manca un preciso focus, tutti i vostri hashtag nei post urleranno invano tra una vasta e chiassosissima folla. 

Ad esempio, se vivete in una località dal clima freddo o caldo, potreste renderla parte integrante del vostro brand. Oppure, se vi siete laureate da poco oppure avete dei figli, integrate questi aspetti nel vostro blog per ottenere un migliore posizionamento. 

Il passo successivo è scegliere un nome e acquistare un dominio. Il nome del blog è un po’ come il nome di una band: comporta sfida e grande creatività. 

Ricordate poi di alludere al vostro obiettivo e di scegliere qualcosa di particolare, per non dire unico.  D’altronde, capire come fare un blog di moda è un po’ come andare a scuola per la prima volta. 

Se poi siete così brave, riuscirete sicuramente a dare un nome al vostro blog di moda che si coniughi perfettamente con il .com. Anzi: meglio ancora se al nome venga associato invece del .com il .life, il .shop o il .blog. 

Sono domini che funzionano allo stesso modo, ma che garantiscono qualche dettaglio in più. Basta soltanto che associate il nome del vostro blog e creerete un indirizzo Web dalla indubbia efficacia. 

Un altro consiglio è sulla scelta della piattaforma di blogging. Qui non si sta parlando soltanto dell’atmosfera, dell’aspetto e delle prestazioni del blog.

Anche la facilità e la velocità di preparazione e condivisione dei contenuti sono importanti. Tumblr ha i suoi vantaggi ma può essere complicato se si vuole costruire una vera e propria comunità. Blogger è facile da utilizzare ed è gratuito, ma profondità e personalizzazione sono abbastanza limitate. 

Il consiglio? Usate WordPress, che offre un numero maggiore di temi, per cui è possibile creare un blog in cui il vostro stile viene rispecchiato. 

WordPress offre anche una vasta scelta di plugin che consentono di personalizzare ed estendere con molta facilità le varie funzionalità del blog. 

Inoltre dispone di un back-end intuitivo e versatile che facilita l’organizzazione dei contenuti e di tutte quelle funzionalità aggiuntive che lo rendono fantastico. 

Infine, vi toccherà imparare il linguaggio di Google. Certo, a questo punto avreste voluto sapere di servizi fotografici e quant’altro, ma questo passo è assolutamente fondamentale. 

Le basi della scrittura SEO vi aiuteranno a farvi notare da Google. Se il vostro blog non verrà indicizzati, nessuno lo vedrà o ne leggerà i contenuti. 

Non temete, non è affatto così difficile. Tutto ciò che dovete fare è dedicare qualche minuto del vostro tempo e Yoast, il principale plugin di WordPress, praticamente lavorerà in vostra vece. 

Blog di moda con capacità di resistenza: come crearlo?

Di blog promettenti ne nasce uno quasi ogni giorno. Ma come velocemente appaiono, altrettanto velocemente spariscono. Quindi, come creare un fashion blog di successo

Non è affatto difficile, anzi è molto facile. Il problema, semmai, è come crearne uno che mostri capacità di resistenza a lungo termine.  

Di conseguenza, la vera sfida è trovare il modo di mantenerlo rilevante, attraente, unico e coinvolgente. Vediamo di seguito come fare. 

Creare un elenco di argomenti sempre da aggiornare

Chiunque di voi che si sta chiedendo come fare un blog di moda, sicuramente la prima cosa che viene in mente è uno di soli abiti. Sbagliato! Durerebbe poco sul mercato. 

A meno che la vostra nicchia non includa una gamma relativamente ampia di argomenti, tra cui consigli per gli acquisti e di stile, tendenze e altri argomenti non legati all’abbigliamento. 

In questo caso, è consigliabile avere sempre a disposizione idee per i vari post del blog all’interno di un elenco sempre aggiornato. 

Nel momento in cui vi capita di leggere un articolo particolarmente interessante, magari che parla di nuove e particolari tendenze, anche bizzarre, oppure se l’ispirazione prende il sopravvento, prendete carta e penna e appuntate le vostre idee

Ciò perché può capitare (eccome se capita!) un blocco di ispirazione; quindi, avere da parte una scorta bella ampia di idee già pronte è un ottimo vantaggio. 

Calendarizzare editorialmente i contenuti del blog

Iniziate col creare un elenco di argomenti e poi stabilire un regolare e adeguato programma di pubblicazione. 

Il modo migliore per creare un blog di moda e iniziare a fare fashion blogging senza dedicarvi troppo tempo è pubblicare contenuti tre volte a settimana, possibilmente durante i giorni feriali. 

Volete offrire di più? Fate allora post giornalieri, magari pubblicando articoli su diversi argomenti. Calendarizzando a livello editoriale, riuscirete a suddividerli settimanalmente o mensilmente. 

Ad esempio, i contenuti delle tendenze andranno pubblicati di lunedì, mentre quelli sull’abbigliamento il mercoledì e dei consigli il venerdì. 

L’attività sui social media è fondamentale

Tutte le fashion blogger non possono fare a meno di Instagram, ma anche di Twitter e Facebook

Non tutti i social media sono necessari, ma è una buona idea optare per due o tre, aggiungerli al proprio blog e alimentare i vostri feed. 

Non dovete soltanto condividere i vostri contenuti, ma anche quelli che sono stati pubblicati da altri fashion blogger. Così facendo, guadagnerete fan e amici e intraprenderete la giusta via per guadagnare con il vostro fashion blog.

Fare soldi col blog di moda? Ecco come

Come creare un fashion blog che faccia soldi? Una bella domanda! Ogni blogger di moda mantiene stretto il segreto del suo successo economico. Tuttavia, tantissimi aspiranti blogger e lettori di blog non hanno ancora ben compreso come ciò avvenga, quindi vediamo di dare qualche consiglio.

Create un media kit

Una volta che il vostro blog è attivo e funzionante e il vostro traffico si è stabilizzato, dovete iniziare un processo di outreach attivo. 

Un media kit è essenzialmente come il CV di un blogger, poiché delinea la vostra mission, nonché punti di forza e statistiche. 

È necessario includere la biografia, possibilmente breve, la descrizione del blog, le statistiche sul traffico Web, il numero di follower sui social, le informazioni di contatto e le tariffe dei post sponsorizzati. 

Inoltre, sono particolarmente gradite le foto, ma anche una breve introduzione al blog. 

Affidatevi a un programma di affiliazione

Per creare un fashion blog che vi faccia guadagnare soldi, dovete prendere in considerazione i link di affiliazione. 

Ad esempio, Amazon offre un programma di affiliazione per i blogger. Ogni volta che consigliate un prodotto, potete inserire un link di affiliazione tra le pieghe del vostro post. Se un lettore clicca su questo link e acquista qualcosa, riceverete una commissione sulla vendita.

I link di affiliazione rappresentano le modalità più classiche e semplici per fare soldi con un fashion blog. In fondo, ai lettori non comporta nulla cliccare su uno di questi link, mentre a voi arriverà il pagamento da parte del venditore. 

Gli annunci nei post sono importanti

La pubblicità sui blog non è più una fonte di reddito così importante come in passato, ma provarla non costa nulla. 

Creando spazio nella barra laterale e sacrificando qualche pezzo nella parte superiore dello schermo, è possibile aumentare il guadagno per ogni pagina che viene visualizzata.

Google AdWords e altri servizi vengono usati da tanti fashion blogger, ma trovare un buon servizio di visualizzazione sta diventando sempre più difficile. 

Se vi siete affiliati con qualcuno, potreste inserire sul vostro blog manualmente gli annunci che ricevete da prodotti specifici e fornitori. In questo caso, però, il denaro che riceverete sarà soltanto per ciò che viene venduto, ma per il traffico non otterrete nulla. 

Cercate partnership con brand e post sponsorizzati

Gli articoli con sponsorizzazione di solito si basano su prodotti che vengono ricevuti e sui cui fare una recensione corredata con molte immagini. 

Invece, le partnership con brand prevedono la menzione e l’utilizzo del prodotto, l’autorizzazione all’uso di immagini all’interno delle pubblicità dell’azienda, la partecipazione a eventi e tanto altro. 

Se pensate che aprire oggi il blog di moda vi arroghi il diritto di contattare Chanel domani, beh vi sbagliate.

Per intraprendere questa strada, è necessario avere circa sei mesi di esperienza nell’editoria e una buona reputazione. 

Tuttavia, una volta decisa una nicchia e messo insieme un solido media kit, si può iniziare ad attirare gli sponsor. Spesso sono i venditori e le società di pubbliche relazioni che vi trovano e si mettono poi a contatto con voi, ma potete anche presentarvi a marchi che vi piacciono molto.

Next Post

2M Decori: minuteria per Occhiali, accessori e gioielli, scopriamo di più

Indice1 Il processo di produzione e le caratteristiche dell’azienda2 Occhialeria italiana: andamento del settore 2M Decori è un’azienda che produce e commercializza i dettagli metallici di accessori e oggetti comuni come occhiali, borse, abbigliamento, gioielli, e molti altri. L’impresa trova le sue origini nel 1963, quando il giovane Pietro Minute, […]
2M Decori Occhiali, accessori e gioielli, scopriamoli
Copyright All right reserved With Moda Genetica