M3 Knitwear: maglificio tra artigianato e tradizione

Redazione

Tutte le passioni più grandi iniziano in una piccola stanza. M3 Knitwear non fa differenza e oggi si configura nel panorama del Made in Italy come un’eccellenza nel settore dei capi di abbigliamento in maglia e una realtà imprenditoriale importante del distretto tessile di Treviso.

Un lavoro che parte dalla tradizione e che lungo il suo tragitto assume forme differenti, fino ad arrivare anche sulle pagine delle riviste di moda, diventando punto di riferimento della maglieria di alta qualità. Considerato un maglificio fantasista, mescola con naturalezza materie prime di verse tipologie che vanno da quelle più classiche alle più innovative, tutte rigorosamente tracciabili e prodotte in Italia.

Le origini e lo sviluppo di M3 Knitwear

Nata come SAPAM nel 1962, attraverso la scelta di prodotti di qualità e ricercatezza nello stile, questa minuscola impresa si fa spazio anche tra le realtà internazionali, diventando poco a poco sempre più riconosciuta. Intercetta mode, stili e procede al passo dell’innovazione tecnologica, in ambito tessile e comunicativo, che sostiene la sua crescita e consente a SAPAM di formare una sua brand identity forte e di confrontarsi con altre imprese. Ed è proprio qui che nasce M3 Knitwear.

Al centro della continua crescita e ricerca c’è sempre il cliente, che assume un ruolo fondamentale nella fase di creazione di uno stile personalizzato, in ogni collezione unica, che ne svisceri l’essenza.
Il disegno progettuale diventa la tela su cui decidere ogni cosa, a cominciare dal filato e dalla tecnica di lavorazione, per poi proseguire con i volumi e le geometrie, fino all’alternanza di colori. Ogni elemento è studiato fino al minimo dettaglio e ogni lavorazione richiedere una preparazione tecnica: da prodotti con disegni geometrici e giochi di colore complessi ad altri con finissaggi particolari, dando al tocco sensazioni differenti.

Tradizione, artigianalità, territorio, sono da sempre i valori che rendono forte M3 Knitwear e che trovano un ulteriore sbocco nella sostenibilità, in tutte le sue forme: quella ambientale, legata alla scelta, alla lavorazione e allo smaltimento delle materie prime: ogni filo è prezioso e non va sprecato. Perfino prodotti difettosi vengono riutilizzati e trasformati in qualcosa di diverso, proprio come vuole la tradizione di tanti anni fa. Ma anche sostenibilità sociale, in cui il lavoro diventa una fonte di rigenerazione sociale, in cui far valere la propria personalità e mescolarla con quella degli altri per creare qualcosa di unico e tramandarlo alle generazioni future.

Ecco perché M3 Knitwear mette a disposizione di scuole e università il proprio know how e la propria esperienza, per consentire ai giovani interessati a questo settore di venire a contatto con una disciplina antica e di apprenderla in tutte le sue sfaccettature. Un vero vanto Made in Italy, non solo nel settore tessile, ma anche nella tenacia, nel rispetto e nella volontà di continuare a fare bene, con umiltà e talento.

Come nasce un maglione? La produzione di M3 Knitwear

Per addentrarci nei meandri dell’azienda è necessario conoscere come funziona il processo di produzione di un tessuto a maglia, caratterizzato da diverse fasi durante le quali viene progettato il modello, tagliato il tessutto a macchina e infine lavorato, cucito e rifinito. Ovviamente sono passaggi articolati, che fanno della maglieria artigianale un settore molto apprezzato proprio per la qualità che si riesce ad ottenere da queste lavorazioni.

In tutto questo bisogna considerare che il prodotto viene pensato sempre per la categoria di persone che lo acquisteranno. Sotto questo aspetto il brand e la comunicazione intorno all’azienda produttrice sono fondamentali per definire le linee guida anche a livello produttivo, dalla progettazione alla finitura. Creare una vera esperienza intorno ad indumenti che indossiamo tutti i giorni per vestirci e quindi anche per definire la nostra identità.

Affidarsi a prodotti made in Italy significa premiare aziende come M3 Knitwear, che da sempre offrono prodotti artigianali, di qualità e pensati per le persone che indosseranno i prodotti lavorati.

Next Post

Technofashion a UniBo: Dietro una rivista di moda

Indice1 Technofashion: dietro a una rivista sulla produzione di Moda1.1 Edizione 2021-20221.2 Edizione 2020-2021 È stato pubblicato su Technofashion l’articolo scritto dagli studenti del corso di Brand di Moda Celeste Priore, che quest’anno hanno avuto l’occasione di mettersi alla prova con Francesca Tuzzeo di Technofashion. CLAM – Culture e pratiche […]
Copyright All right reserved With Moda Genetica