Eventi di moda: valenza artista, sociale ed economica

celestepriore
Page Visited: 21
Tempo di lettura:4 Minuti, 26 Secondi

Nel gioco entusiasmante della moda, esiste un legame indissolubile con l’arte, la comunicazione, ma anche con il marketing e il business: assieme allo show e all’atto creativo di ogni passerella di moda esiste anche il messaggio promozionale, che stimola il buyer a interessarsi alla collezione e ad acquistarla.

Andiamo a scoprire quali sono le differenti caratteristiche che devono avere gli eventi di moda per essere efficaci, parlando delle sfilate di moda più importanti, che richiamano ogni anno centinaia di personalità del fashion system, come la Milano Fashion Week.

Come funzionano le sfilate di moda?

Le settimane della moda a Milano sono eventi mondani che si tengono due volte all’anno, anticipando le tendenze autunno/inverno e primavera/estate: i mesi coinvolti sono settembre/ottobre e febbraio/marzo per le corrispondenti collezioni.

La kermesse della moda viene organizzata dalla Camera della Moda di Milano. Gli eventi di moda di Milano attraggono tutti gli anni centinaia di fashion designer, mannequin, buyer e personaggi dello spettacolo: tra questi svolgono un ruolo fondamentale influencer e trendsetter, che lanciano le nuove ispirazioni sui social.

La fiera della moda di Milano è uno spettacolo di varia entità e si diversifica tra la passerella fashion che funziona come una performance, e la presentazione, che ha un carattere più connotativo e informativo.

Guardando le sfilate di moda nei video si può comprendere come siano dei veri e propri spettacoli, degli show in cui il fashion designer tratta dei temi attraverso le sfilate di moda.

Una performance/sfilata molto spesso non presenta la collezione, ma si tratta di un vero e proprio atto artistico, che ha un preciso focus e una strategia di comunicazione molto forte ed espressiva.

Durante la scaletta della sfilata di moda sono tanti gli artisti contemporanei che approdano nella capitale meneghina, mentre lo stilista esibisce alcuni modelli unici, sicuramente i più estrosi e quelli che anticipano la collezione.

Un altro discorso riguarda le presentazioni della collezione, che hanno un carattere più informativo e si rivolgono ai buyer e alle aziende con lo scopo specifico della vendita del prodotto.

A cosa serve una presentazione di moda?

Se la performance è un atto creativo ed espressivo spesso provocatorio, la presentazione ha un carattere più connotativo e si traduce in una installazione che, per l’appunto, presenta ai clienti il concept della collezione e i suoi tratti salienti.

A seconda del gusto di ogni fashion designer e del mood, questi showroom possono essere costituiti sia da modelle fisiche che esibiscono i modelli, sia da manichini o forme geometriche stilizzate, ferme o in movimento.

Per fare un esempio tangibile, in un vernissage di una boutique di Haute Couture ancora si trova la mannequin che sfila e mostra l’abito al buyer e al cliente, mentre lo stilista o un suo collaboratore descrivono nei dettagli i tessuti, le linee e lo stile del capo.

Alcuni fashion designer più contemporanei, invece, prediligono un approccio quasi industrial chic e preferiscono utilizzare installazioni per presentare la propria collezione di moda, conferendo un effetto quasi avveniristico.

Sia le performance fashion artistiche che le presentazioni non accolgono interamente la collezione, ma alcuni pezzi unici, dei cult che rappresentano la linea e il concept dello stilista.

In entrambi i casi, però, non deve mancare quella componente empatica tipica di un evento di moda: anche in uno spazio espositivo si deve percepire quella convivialità e quel contatto umano che fanno parte del gesto creativo.

A cosa serve un evento di moda?

Gli effetti degli eventi di moda hanno un duplice effetto, a cascata e a bolle: si tratta di due modi differenti in cui si propagano le tendenze e arrivano direttamente sugli scaffali dei negozi al dettaglio.

In un effetto a cascata, le firme di alta moda propongono le loro collezioni, che verranno poi prese come ispirazione per le grandi catene di abbigliamento.

Si tratta quindi di un fenomeno che va dall’alto al basso, in cui le foto delle sfilate della Haute Couture sono la fonte d’ispirazione per creare collezioni prêt à porter più accessibili.

Il fenomeno a bolle, invece, vede gli stessi fashion designer di alta moda scendere metaforicamente nelle strade, assieme ai concorrenti marchi low cost e cogliere a piene mani dai trend che si trovano nella gente comune. È un effetto a bolla, che scoppia dal basso verso l’alto e si propaga ovunque, in tutti i ceti e tra tutti i budget: così sono nate tante correnti come il Japan Kawaii o lo stile hipster delle sfilate di moda uomo più glamour.

All’interno degli eventi di moda di Milano un’anima importante è sicuramente quella dell’abbigliamento maschile, sorgente di ispirazioni e contaminazioni ogni anno differenti.

Le sfilate di moda uomo e le presentazioni dedicate ai buyer danno risalto non solo ai completi formali, con tight, frac, smoking e giacche sartoriali, ma soprattutto agli accessori che sono appannaggio di un uomo raffinato e ricercato.

La fashion week di Milano è l’occasione migliore per conoscere tutti gli accessori più trendy, come papillon e farfallini, orologi di lusso, elementi easy to dress, cravatte e pochette da taschino.

In questi eventi di moda di Milano sono presentate anche le avanguardie in fatto di calzature, un vero status symbol maschile, tra cui stringate Oxford e mocassini Belgian Shoe. Camicie formali con collo all’italiana oppure colletti Club o button down, invece, diversificano il look formale da quello casual.

Connotazioni in aggiornamento…

Iscrivendoti alla nostra newsletter accetti la Privacy Policy

Next Post

Cambia moda: il progetto di Mani Tese

Lo sfruttamento eccessivo delle risorse del Pianeta Il mondo sta cambiando a grande velocità, anche (e soprattutto) a causa dell’azione umana. L’iper sfruttamento delle risorse terrestri sta portando il Pianeta al collasso, con conseguenze che, sia nel breve che nel lungo periodo, potrebbero avere un impatto devastante sulle nostre vite. […]
Cambia moda: il progetto di Mani Tese